Articolo 28

CHI SIAMO: Similmente a molti altri gruppi europei siamo uomini accomunati da un interesse fetish per le uniformi e la disciplina di tipo militare. Non abbiamo nessun altro fine se non quello di divertirci e di costituire un’occasione di incontro alternativa ai circuiti gay comuni (discoteche, pubs e locali vari).

ORGANIZZAZIONE: Siamo un gruppo libero, apolitico, apartitico, contrario ad ogni forma di razzismo, discriminazione sessuale e religiosa. Il nostro interesse fetish non ha nessuna valenza politica. La gerarchia che è presente nella nostra associazione rispecchia solo “il gioco di ruolo” che si svolge esclusivamente tra di noi durante i raduni che organizziamo, e nulla altro. Quando ci incontriamo fuori dai raduni siamo amici che hanno qualcosa in comune. Fondamentalmente ci incontriamo un paio di volte all’anno in raduni nazionali e, talvolta, anche fuori dalle date prestabilite, per giochi, sport e divertimento, o solo per mangiare insieme e farci conoscere da possibili reclute. Abbiamo contatti con associazioni straniere che hanno gli stessi nostri fini e che ci permettono di partecipare con nostri “contingenti” ai loro raduni o viceversa.

CHE COSA POSSIAMO OFFRIRE: Se ti interessano l’aspetto uniform del mondo gay, cameratismo, solidarietà e amicizie maschili, allora, noi ti possiamo offrire un gruppo con cui potrai condividere i tuoi interessi, le tue passioni e le tue fantasie military, in situazione di libertà ed ironia (assolutamente necessaria nei raduni). In relazione alla tua capacità di adattamento e disponibilità ai rapporti sociali troverai di certo amici e divertimento. Vorremmo solo che tu sia convinto di quel che cerchi e ti assuma le tue responsabilità una volta che partecipi ad un campo. Ovvero che tu dia una disponibilità reale alla condivisione di tempo (attività programmate del campo), spazi (la caserma) e obiettivi (cameratismo, amicizia, divertimento, ecc.) con la tua partecipazione fattiva.

COSA FACCIAMO: Organizziamo attività ludiche di incontro tra i soci. Gli eventi principali sono i raduni, o campi, che si svolgono in estate e autunno. Una volta individuate le strutture più adeguate (in genere casali in campagna o montagna, ovvero case per comunità in autogestione), dal momento in cui ci incontriamo a quando ci salutiamo, queste diventano la nostra “base” che verrà governata con le regole di una “caserma” e con le regole della vita militare: turni di guardia, turni di pulizia, sbrandamento, reazione fisica al mattino, ispezioni, consumo del rancio, docce comuni, punizioni e altro . serate insieme e … tutto quello che la fantasia suggerisce. La truppa partecipante al raduno viene divisa in due o più squadre che competono tra loro nelle attività programmate che sono di carattere sportivo e competitivo (adatte a chiunque!). Si tratta di giochi di strategia militare, tecniche di sopravvivenza, gare di orienting, S.A,S.T., prove di abilità, ecc. Le attività possono essere notturne e diurne. Non si usa nessun tipo di arma. I raduni durano dalla mattina presto del venerdì per concludersi all’ora di pranzo della domenica. La base che ci ospita è disponibile dal giovedì sera quindi chi lo desiderasse può arrivare al campo la sera che precede l’inizio delle attività (di solito arrivano quasi tutti). Valuteremo in futuro se organizzare raduni più lunghi.

COSA E’ ARTICOLO28: Articolo28 è un’associazione sportiva dotata di Statuto Associativo, regolarmente depositato presso un notaio, di un Regolamento Interno e di un Regolamento Formale. Articolo28 è quindi governata e gestita dall’Assemblea dei Soci e dal Consiglio Direttivo. Articolo28 produce le proprie attività in totale AUTOFINANZIAMENTO, non ha NESSUNO scopo di lucro e NESSUNO dei soci che si occupano dell’organizzazione dei campi percepisce compenso o rimborsi di sorta (tranne le spese anticipate per l’associazione di tasca propria). I membri del Consiglio Direttivo che organizzano i raduni pagano la quota di adesione alle attività come tutti.

PERCHE’ IL NOME ARTICOLO28: L’Articolo28 era l’articolo del vecchio regolamento militare che dava la possibilità ai medici dell’esercito di escludere gli omosessuali dal servizio militare “in quanto disadattati”. Abolito, oramai dal 1986, il riferimento a questo articolo è stato preso a spunto per dare il nome all’associazione con un significato radicalmente opposto.

SESSO: L’erotismo che nasce dalle situazioni di cameratismo nelle quali ci troviamo durante i raduni che organizza l’associazione è una componente molto importante. Le attività sessuali che eventualmente si verificassero tra le persone non sono escluse, anzi incoraggiate, ma sono affidate elusivamente alla libera iniziativa dei singoli partecipanti ai raduni. Il sesso è una parte importante dei nostri programmi di divertimento, ma non è l’unico nostro obiettivo, ne viene programmato dall’organizzazione dei campi. Meglio chiarire fin da subito che nessuno dovrà fare del sesso contro voglia o perché costretto. Se non si è interessati a questo tipo di attività (l’unica non organizzata, ma spontanea) va benissimo, poiché ognuno sceglie ciò che è meglio per se stesso, quindi … nulla di male. Non ci si aspettino “ammucchiate” in mimetica! E per coloro che hanno relazioni di coppia …. non temete, ai raduni non succede nulla che voi non vorrete vi succeda!!! Sarete voi gli unici responsabili della vostra condotta!

SELEZIONE: Un’attenta selezione dei candidati (vista la peculiarità del gruppo) è nostro preciso impegno e dovere. Tendiamo ad escludere solo coloro i quali non sono in grado di svolgere un minimo di attività sportiva, ma sia ben chiaro: NESSUNO DI NOI E’ SUPERMAN! Quindi la base di selezione non è la prestanza fisica, bensì la capacità di adattarsi alle situazioni alle quali ci esponiamo in un campo! Inoltre nessuno viene obbligato a svolgere attività che non vuole fare per qualche proprio limite fisico o emotivo … basterà dichiararlo (anche in privato) e se ne terrà conto. Cerchiamo solo persone capaci di fare un po’ di corpo libero, corsa, che abbiano voglia di divertirsi e di fare una sana competizione. Quando segnalerai la tua candidatura avrai un colloquio con reclutatore che valuterà la tua posizione.

CON CHE GRADO TI PRESENTI: Indipendentemente da ciò che sei nella vita privata, per il primo raduno, sarai una recluta e al secondo un soldato semplice. In seguito, in base ai tuoi desideri e inclinazione personali, alla tua attitudine al comando, alla frequenza delle tue partecipazioni ai raduni e, soprattutto, in base alla tua disponibilità a contribuire agli aspetti organizzativi, riceverai eventuali promozioni.

I commenti sono chiusi